lunedì 13 febbraio 2017

Caviale di Carote Vagabonde

Non so se capita anche a voi d'incominciare una ricetta e poi realizzarne un altra. Perché strada facendo cambio idea, perché il gusto non mi piace e non mi soddisfa.
Cosi è nata questa ricetta di caviale di carote che avevo letto in un libro vegetariano inglese, ma mentre la stavo realizzando non mi convinceva, sentivo che il sapore non andava bene, non era gradevole cosi ho corretto la ricetta al mio personale gusto per renderla più interessante, ecco il perchè del termine vagabonde.
Ho aggiunta la tahina che ha dato cremosità, qualche cucchiaio di ceci lessato, limone e qualche cucchiaio di senape e ora si che sa di qualcosa.
Una ricetta che si presta ad essere protagonista delle tavole dei vegetariani e anche dei vegani, un antipasto gradevole su  dei crostini ma io ho preferita accompagnarla a della focaccia calda con un cucchiaio vicino in modo che ognuno ne prenda la quantità desiderata.
Per tutti quelli che non hanno in casa della tahina, o hanno problemi d'allergia o intolleranza con il sesamo suggerisco per dare cremosità aggiungere la polpa di mezzo avocado maturo al posto della tahina.
L'origine della carota: forse pochi sanno che la carota è originaria dell' Afghanistan, tutt'ora si possono trovare carote nei campi radici di carote rosso e marrone. Dall' Afghanistan arrivano in Medio Oriente, Asia, e Europa, dove invece si trovava la carota bianca. La carota arancione è invece un prodotto relativamente recente, fu inventata in dai giardinieri in onore del Principe d'Orange, da un incrocio tra la carota bianca e rossa, La famiglia d'Orange è oggi la casa Regnante dei Paesi Bassi. . 

Caviale di Carote Vagabonde
Ingredienti:
3 carote arancioni 
60 g grani di sesamo
6 cl olio di sesamo
8 cl olio extra vergine d'oliva
1 bouquet di prezzemolo
Aggiunta
qualche cucchiaio di ceci
1 o 2 cucchiai di tahina o mezzo avocado
1 o 2 cucchiaini di senape di Dijone
una fettina di limone
qualche foglia di menta
1 carota grattugiata, un pezzettino di zenzero fresco

Il giorno prima o la mattina per la sera fate marinare le carote tagliate a piccoli pezzi, con olio di sesamo  e l'olio d'oliva, il prezzemolo, sale e pepe, coprire con pellicola trasparente e lasciate marinare.
Il giorno dopo scolare le carote della marinata e cuocerle a vapore per solo qualche minuto, leggermente cotte la ricette originale invece saltava la cottura e metteva tutto al frullatore..
Metterle in un mix di cucina con qualche cucchiaio della marinata, la tahina (oppure la polpa di mezzo avocado maturo), qualche cucchiaio di ceci, 1 cucchiaino di senape, qualche goccia di succo di limone.
Fate frullare provate la salsa, se serve aggiungere un giro d'olio extra vergine d'oliva, tahina che rende il composto più cremoso, senape, limone e regolate di sale e pepe.
Mettere il caviale nel piatto, un filo d'olio d'oliva e mettere in frigorifero. Prima di servire aggiungere un po di carota grattugiata e qualche foglia di menta e se volete uno spolverata di zenzero macinato o grattugiate del zenzero fresco.



16 commenti:

  1. Mi capita quasi sempre di iniziare una ricetta e di farne praticamente un'altra, vuoi che gli ingredienti magari all'ultimo momento non li ho in casa, vuoi che mi piace mettere del mio, e questa tua variante mi sembra molto molto appetitosa! Buona serata

    RispondiElimina
  2. A me capita praticamente sempre di iniziare una ricetta e poi cambiarla. Devo dire che questo caviale di carote mi ispira molto! Grazie per la ricetta, me la salvo subito :)

    RispondiElimina
  3. succede anche a me e generalmente sono le ricette più riuscite ! Complimenti questa tua sembra molto appetitosa !

    RispondiElimina
  4. Le ricette nate per caso spesso sono le migliori già solo dagli ingredienti si capisce essere una bontà, Grazie per averla condivisa e soprattutto per l gli ingredienti sostituibili che hai precisato nel post ;-)

    RispondiElimina
  5. che originale e interessante questa ricetta! caviale di carote...lo devo assolutamente provare. la tahina poi mi piace tanto, e in casa mia non manca mai! Menomale che la ricetta originaria non ti convinceva, Gunther: ne hai tirata fuori una strepitosa!
    Buona giornata

    RispondiElimina
  6. Molto buono questo caviale. Sembra che siamo in buona compagnia a cambiare ricette in corso d'opera... un abbraccio a presto

    RispondiElimina
  7. Adoro queste salse, ne ho provate in tutti i modi. Con la carota ti confesso che mi manca, ma proverò senz'altro con crostini a volontà. Buona giornata!

    RispondiElimina
  8. deiziosa e originale idea!!!! te la copio interamente!!

    RispondiElimina
  9. Spesso considero alcuni ingredienti come le carote appunto, di contorno e non protagonisti. Con questa ricetta mi devo ricredere appieno :)

    RispondiElimina
  10. Amo ogni singolo ingrediente che hai utilizzato...messi insieme creano un'armonia unica, complimenti Günther :-)

    RispondiElimina
  11. Ma dai, che deliziosa ricetta ti è venuta, originale e sicuramente gustosa! Buona serata, un abbraccio!

    RispondiElimina
  12. Que recetita tan buena :-)
    Un saludito

    RispondiElimina
  13. Una ricetta davvero interessante, con cui stupire gli ospiti . mi attira moltissimo anche il procedimento di questa ricetta , assolutamente da provare . Un saluto, Daniela.

    RispondiElimina
  14. Ottimo utilizzo delle carote e che delizia che ne è uscita :)
    Complimenti!

    RispondiElimina
  15. sì mi capita eccome! e questa mi sa che ti è riuscita davvero deliziosa, sono curiosa di assaggiarla!

    RispondiElimina
  16. Una ricettina niente male, anche per me tutti gli ingredienti sono del mio gradimento. Mancano un pò di crostini per fare un piccolo assaggino !

    RispondiElimina